Lamalu S.p.a.
e
Comital S.r.l.

Il Curatore del Fallimento Comital s.r.l. in liquidazione ed il Curatore del Fallimento Lamalu s.p.a., dichiarati entrambi dal Tribunale di Ivrea, rendono noto che i Giudici Delegati dei due fallimenti hanno autorizzato la procedura di vendita dei complessi aziendali aventi ad oggetto l’attività di laminazione dell’alluminio (quanto a Comital) e di produzione di alluminio e sua seguente laminazione (quanto a Lamalu), unitamente a beni ed impianti di proprietà di terzi presenti negli stabilimenti di Comital e di Lamalu.

I soggetti terzi proprietari dei beni e degli impianti hanno conferito procura irrevocabile a vendere ai curatori predetti così che l’aggiudicatario andrà ad acquistare, con atti separati ma contestuali, i seguenti asset:

  1. azienda di proprietà del Fallimento Comital S.r.l. in liquidazione, comprendente 1) rapporti di lavoro dipendente, 2) beni mobili (macchinari e impianti) di proprietà, 3) contratto di locazione immobiliare, 4) contratti pendenti e utenze;
  2. azienda di proprietà del Fallimento Lamalu S.p.A., comprendente 1) rapporti di lavoro dipendente, 2) beni mobili (macchinari e impianti) di proprietà, 3)contratto di locazione immobiliare, 4) contratti pendenti;
  3. beni e impianti di proprietà di terzi presenti negli stabilimenti Comital e Lamalu secondo le regole indicate nel bando;

il tutto come meglio verrà specificato nella documentazione reperibile presso la data room virtuale sul sito www.astalegale.net.

A tale riguardo, si invitano i soggetti interessati a far pervenire offerte vincolanti per l’acquisto di tali asset.

Lo schema di offerta vincolante per l’eventuale partecipazione dell’interessato alla procedura competitiva di vendita degli asset sopra descritti è scaricabile presso il menzionato sito, unitamente al testo, da sottoscrivere in ogni pagina per accettazione, del bando di vendita (il quale indica tutte le regole della procedura di cessione).

L’offerta vincolante – unitamente ai documenti richiesti – dovrà pervenire, in busta chiusa e sigillata, entro e non oltre le ore 12:00 del 15 maggio 2019 presso lo studio del Notaio Paolo Maria Smirne in Torino, corso Rodolfo Montevecchio, n. 48. Sull’esterno della busta deve comparire esclusivamente la dicitura “offerta di acquisto Fallimento n. 27/2018 e Fallimento n. 32/2018 Tribunale Ivrea. Gara del 15 maggio 2019.”.

La pubblicazione del presente invito, al pari della ricezione delle offerte vincolanti ai termini e alle condizioni previste dallo stesso, non comporta per i venditori alcun obbligo o impegno di vendita. Il presente comunicato non costituisce un’offerta al pubblico ex art. 1336 cod. civ. o un appello al pubblico risparmio ai sensi degli articoli 94 e ss. del d.lgs. 24 febbraio 1998 n. 58, né impegna in alcun modo i Curatori a contrarre e/o a contrattare con gli offerenti.

****

Ulteriori informazioni

Per informazioni chiamare i numeri +39 0110888133 - +39 01119504567.

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA E PUBBLICA

accesso data room

Accedi